Gibson SG, da Junior a Standard, storia e caratteristiche

La Gibson SG è il modello più venduto nella storia del tradizionale marchio di chitarre americane, vi raccontiamo la sua storia, evoluzione e caratteristiche.

Gibson SG Les Paul 1960 con amplificatore Fender Vibrolux Reverb

I contenuti mostrano

SG, il modello Gibson più venduto in assoluto

La SG è il modello più venduto nella storia di Gibson. Questo è per un’ottima ragione, ovvero che sono semplicemente fantastici. Hanno una gamma tonale nei medi / alti che tagliano il mix in modo eccezionale.

Mentre la sua estetica con le corna da diavolo gli conferisce un aspetto simile al rock, l’SG suona bene per qualsiasi stile di musica. 

Storia della Gibson SG

Alla fine degli anni ’60, nasce la SG

L’anno 1960 stava finendo e Gibson prese la dura decisione di interrompere la Les Paul a causa del calo delle vendite. La sostituisce con una chitarra più moderna, leggera ed economica, la Gibson SG. Inizialmente, la SG è stata presentata come l’evoluzione e la nuova versione della Les Paul.

Sebbene molti ritengano che la SG sia stata lanciata nel 1961, con il nome del modello di ristampa -reissue- che Gibson vende; in realtà, il lancio avvenne alla fine degli anni ’60.

Più leggero, con un doppio taglio e un neckjoint che offre un migliore accesso ai tasti alti; contorni più levigati che lo rendono più confortevole; e la sua gamma tonale nei medi superiori che consentono un migliore taglio nel mix, la Gibson SG è stata l’evoluzione della Les Paul.

Angus Young con uno standard Gibson SG.

Brochure Gibson, febbraio 1961

La brochure per la nuova chitarra è stata pubblicizzata:

“Questa è una delle preferite, la Les Paul Standard, ora offerta in uno stile completamente nuovo: più sottile, più leggera e sagomata su misura. Un corpo solido meravigliosamente progettato, perfettamente bilanciato per suonare in piedi. In effetti, non importa come tieni la chitarra, ti sentirai a tuo agio a suonare la nuova Les Paul Standard. Bella finitura rosso ciliegia. Gibson Vibrola e un manico extra sottile, veloce e ad azione estremamente bassa rendono il suonare questa chitarra un piacere.

“Tono chiaro come una campana per tutta la sua portata. Design moderno ed emozionante. Ponte regolabile Tune-o-matic. Due potenti pickup humbucking con controlli di tono e volume separati che possono essere preimpostati. Hardware nichelato e pioli individuali con bottoni fantasia. Include cinturino in pelle imbottito di lusso. Les Paul Standard, finitura Cherry, $ 290,00; Custodia impeccabile e foderata in peluche $ 47,50. Custodia Deluxe con cerniera $ 30,00. “

Il rifiuto di Les Paul e il cambio di nome in SG

Successivamente, Gibson concordò con Les Paul che la SG non avrebbe più portato il suo nome. Esistono diverse versioni, una è che al chitarrista non è piaciuto il nuovo modello. Dicono di aver criticato la debolezza dell’unione del manico con il corpo, successivamente modificato. Un’altra versione, raccontata da Ted McCarty, è che Les Paul, che all’epoca stava divorziando da Mary Ford, accetta di non firmare alcun nuovo contratto fino a quando non sarà legalmente divorziato da Mary. Ted dice che è stata una separazione spiacevole e il nome Les Paul l’ha influenzata negativamente. Così, alla fine dell’accordo di endorsement nel 1962, non è stato rinnovato.

Anche se in seguito ci furono chitarre che uscirono con il nome di Les Paul; Ciò è spiegato che era perché alcune unità di vecchi alberi fabbricati in precedenza sono state assemblate dopo la scadenza del contratto. Lo stesso è accaduto con i cappucci dei tenditori, che sono stati utilizzati fino all’esaurimento delle scorte esistenti.

Dopo la fine del contratto con Les Paul, il nuovo modello è stato ribattezzato SG, dopo Solid Guitar. Da allora, non ha cambiato nome né interrotto la sua produzione. Così, mentre la Les Paul è la chitarra più ammirata di Gibson, la SG è la più scelta e acquistata.

Gibson SG Custom

Età d’oro della SG

Dal suo lancio alla fine degli anni ’60, la SG divenne l’ammiraglia di Gibson. Chitarristi come Eric Clapton dei Cream, George Harrison dei Beatles, Tony Iommi dei Black Sabbath, Robby Krieger dei The Doors, Pete Townshend dei The Who, Angus Young degli AC / DC, Frank Zappa, Carlos Santana, Billy Gibbons degli ZZ Top, e molti altri hanno preso la SG come una delle loro chitarre preferite.

Nel 1968, Gibson ha ri-commercializzato l’originale Les Paul e ha ripreso la posizione di ammiraglia e marchio preferito. Tuttavia, la SG è ancora la chitarra preferita di Gibson.

Eric Clapton nell'era Cream con la sua chitarra SG.

Gli SG dell’era Norlin

Il palcoscenico considerato da tutti i fan di Gibson il più cupo è senza dubbio l’era Norlin. Ted McCarty prefigurava un’età oscura a Gibson con l’ingresso di ECL – Ecuadorian Company Limited – in Gibson. L’ingresso di ECL inizia l’era Norlin nel 1969.

A questo punto, viene aggiunta una pergamena all’incrocio del collo con il piolo. Inoltre, in questo momento, viene aggiunta la leggenda Made in USA. Il collo va da un pezzo unico a uno in 3 pezzi.

Sebbene questo periodo infame inizi nel 69, molti fan ritengono che gli anni negativi non siano iniziati davvero fino al 1972. Questa fase termina nel 1986; da lì, Gibson ha stabilito la rotta, onorando la sua tradizione.

Modelli Gibson SG

Gibson SG Junior

Gibson SG Les Paul Junior del 1961.

Il modello Junior emerse come una versione più semplice ed economica per gli studenti nel 1954. La prima Gibson Les Paul Junior presentava solo una P90, inizialmente single-cut ma presto apparve anche il double-cut. Così, nel 1960/1, anche la Gibson SG Junior apparve con lo stesso spirito.

Sono fantastici, proprio come le loro sorelle maggiori, realizzati con mogano dell’Honduras e palissandro brasiliano. Il ponte è diverso, con un avvolgente. Infine l’altra differenza è che hanno un solo P90. Questo dà loro un audio con più risonanza, armoniche e armonici, che dà loro la magia delle chitarre a pickup singolo.

Gibson SG Special

Gibon SG Special 1961 vintage.

L’originale SG Special – vintage – era un modello simile al Junior ma con due pickup P90 invece di uno. Di solito hanno un bordo o una fasciatura sul collo (il Junior no) e dei punti. Il ponte come nella Junior è avvolgente.

La SG Special in seguito divenne simile alla SG Standard, arrivando con due pickup humbucker. Non viene più fornito con un bordo e gli intarsi sono punti. Sulla paletta è dipinto solo il marchio Gibson. A seconda dell’anno, il battipenna può essere presente o meno.

Questa versione è disponibile in una finitura lucida e sfumata nei colori nero, ciliegia e marrone.

Gibson SG Standard

Il modello Standard è la Gibson SG per eccellenza. Viene fornito con due humbucker, ha legatura sul collo, intarsi trapezoidali e la corona o vaso di fiori di madreperla sulla paletta. Potrebbe originariamente venire con Tune-o-Matic o vibrola. Le sue finiture più popolari sono Cherry, Brown e Black.

 Gibson SG Les Paul Custom

Gibson SG Les Paul Custom 1964.

La versione Custom, come suggerisce il nome, è il top di gamma. Questa chitarra ha tre pickup a doppia bobina, vincolanti al collo. Inoltre, il suo doppio bordo di «5 strati» spicca sulla scatola dei piroli, insieme al diamante madreperla. Il contenitore è in ebano e gli intarsi sono di tipo rettangolare “Block”. Infine, l’hardware è dorato e veniva fornito con la vibrola laterale.

Evoluzione delle specifiche Gibson SG

Variazioni del profilo della maniglia SG

Il primo SG aveva un collo sottile, simile a una lama. Nel 1964 lo Standard tornò ad un profilo simile al 59, a forma di «C». Sebbene in seguito ci siano stati molti cambiamenti, è importante notare che ci sono molti punti dei profili del collo a seconda del modello e dell’anno. Indipendentemente dalle tue preferenze, puoi trovare un collo che si adatta ai tuoi gusti.

Cambio battipenna SG

Nel 1965-66 l’intera linea subisce importanti modifiche. Con l’arrivo della Beatlemania e l’esplosione della musica elettrica, Gibson ha deciso di semplificare i suoi processi. Seguendo il modello della Stratocaster, decide di realizzare un doppio battipenna denominato “Batwing” per la sua forma ad ala di pipistrello. Questo permette di semplificare i processi, installando i pickup sul battipenna; Ciò riduce i tempi di produzione di tutte le linee SG: Junior, Special, Standard e Custom.

Cambiamento dell’articolazione del collo

Gibson cambia anche la forma del giunto del manico sul corpo. La nuova articolazione del collo è molto più solida e stabile. Ciò riduce i ritorni per crepe. 

Gocce meno pronunciate

Alla ricerca della riduzione dei costi, come avvenuto in Fender, Gibson riduce i tempi riducendo i tempi in cui inizia a fare incavi meno marcati.

Cambio dell’hardware cromato al posto del nichel

A partire dal ’65, Gibson ha anche tagliato i costi cambiando l’hardware dalla finitura nichel a quella cromata. 

Pete Townshend realizza il suo famoso mulino a vento con il suo SG.

Recensione Gibson SG

Mentre la chitarra più iconica e ammirata di Gibson è la Les Paul, la SG è un ottimo strumento musicale. Nonostante sia visto da alcuni semplicemente come un modello più economico, l’SG è molto di più. È uno strumento che supera e migliora molti aspetti della Les Paul.

La sua suonabilità è molto più confortevole della Les Paul. Ha un buon accesso a tutti i tasti ed è una chitarra estremamente leggera. Le frequenze in cui è posizionato il Gibson SG sono frequenze medie e alte che si adattano meglio al mix quando si suona in banda.

Inoltre, l’SG ha una grande versatilità di utilizzo, che lo rende perfetto per qualsiasi stile di musica. Dal pop e blues, all’hardrock e all’heavy metal.

Cosa ne pensate della Gibson SG?


Vedi anche la nostra nota delle migliori canzoni di accordi facili per imparare a suonare sulla chitarra per i principianti e le migliori drum machine virtuali gratuite online -Software VST-.

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *